5 consigli per la prevenzione delle carie nei bambini

Consigli per la prevenzione delle carie nei bambini

La prevenzione delle carie nei bambini è da sempre al primo posto nella lista delle priorità dei genitori. Eliminare il problema delle carie vuol dire vivere con più serenità il periodo dell’infanzia, gettando basi proficue per il corretto sviluppo dei denti anche nelle successive fasi della pubertà e dell’adolescenza. Non è difficile insegnare al bambino le buone abitudini per prendersi cura dei denti e prevenire le carie: occorre però un minimo di costanza e di corretta informazione, onde evitare di cadere in luoghi comuni e pratiche non del tutto adatte alla giovane età dei più piccoli. Noi di Sorrisi Garantiti crediamo molto nella prevenzione delle carie, al punto che il nostro metodo, applicato quotidianamente nel Centro di odontoiatria pediatrica a Vicenza, si fonda proprio sull’educazione e l’igiene, più che sugli interventi di rimozione della carie stessa.

Possiamo affermare in proposito che il metodo sviluppato dal team di Sorrisi Garantiti, dopo anni di perfezionamento e miglioramento continuo, garantisce oggi un percorso di assistenza talmente efficace da azzerare del tutto il rischio carie. In altre parole, affidare i propri bimbi al nostro staff vuol dire ottimizzare gli appuntamenti dal dentista (2 o 3 sedute all’anno sono più che sufficienti), offrendo al proprio figlio o alla propria figlia un’esperienza dentistica piacevole e stress free. Più nello specifico, il nostro piano, alla tariffa in offerta di 218 euro l’anno, include le attività necessarie per assicurare il benessere dei più piccoli e prevenire le carie.

Queste attività comprendono:

  • Test salivari per determinarne le caratteristiche
  • Test della placca batterica e dei batteri responsabili della carie
  • Raccolta di dati informativi per valutare le abitudini alimentari e igieniche

lo stesso programma di sedute prevede inoltre:

  • Sigillatura dei molari
  • Radiografie e controlli periodici
  • Applicazione fluoro e controllo della placca batterica

L’approccio, come è facile intuire, è dunque orientato alla massima prevenzione di ogni tipo di patologia e disturbo, dalle carie al tartaro, dalle cosiddette macchie alle infiammazioni gengivali. È importante però ribadire un altro punto, e cioè il lavoro di prevenzione che i genitori, insieme ai bimbi, devono affrontare ogni giorno a casa propria e a scuola. Non ha senso ed è sbagliato pensare che due o tre visite all’anno siano sufficienti per stare completamente tranquilli. Per quanto il nostro metodo sia testato e collaudato, è chiaro che la collaborazione del bambino è un requisito imprescindibile, in mancanza del quale gli sforzi perpetrati rischiano di risultare vani. Vediamo quindi alcuni consigli che i genitori dovrebbero accogliere per una prevenzione delle carie in linea con gli standard odontoiatrici moderni.

1) RIDURRE AL MINIMO BIBITE ZUCCHERATE E JUNK FOOD

La prima cosa da tenere a mente per evitare le carie nei bambini (e anche negli adulti) riguarda le scelte alimentari. Viviamo in un contesto dove i cibi zuccherati sono all’ordine del giorno: merendine, torte, biscotti, caramelle e persino bibite di largo consumo. Impossibile per i bambini non trovarsi prima o poi a partecipare a una festa di compleanno o a un appuntamento condiviso dove il junk food regna sovrano. Purtroppo questi alimenti e queste bevande sono un ottimo presupposto per l’insorgere di carie: ecco perché è fondamentale impegnarsi per ridurre al minimo il consumo di cibo e bibite zuccherate, se non al di fuori della casa quantomeno all’interno delle mura domestiche. Ricordiamoci che troppe merendine e troppa aranciata gasata fanno male non solo ai denti ma anche all’organismo e sono alla base di patologie serie come il diabete o l’obesità. Se non vogliamo carie, evitiamo questi cibi nella maniera più assoluta!

2) PULIRE I DENTI A OGNI PASTO (COLAZIONE COMPRESA)

La pulizia e l’igiene sono un altro tassello essenziale per mantenere i denti sani e dimenticarsi delle carie. Lavarsi con lo spazzolino è tuttavia un compito da non sottovalutare, né in termini di quantità né in termini di qualità. L’ideale sarebbe lavare i denti a ogni pasto, per cui 2 o 3 volte al giorno a seconda se il bambino è abituato a consumare anche la colazione. L’approccio perfetto è quello che insegna anche Smiley, la mascotte di Sorrisi Garantiti, nel nostro video educativo pubblicato qui nel sito e sul canale Youtube del nostro studio. Lo stesso video, con finalità educative, viene mostrato ai bambini quando vengono a trovarci per il loro primo appuntamento gratuito: un sistema all’insegna della consapevolezza, che coinvolte il bambino e lo intrattiene per dargli una visione il più possibile completa di ciò che va fatto e non va fatto. Guarda il video anche tu!

3) UTILIZZARE UNO SPAZZOLINO E UN DENTIFRICIO IDONEI

Anche lo spazzolino e il dentifricio giocano un ruolo cruciale nella pulizia dei denti e del cavo orale e quindi nella prevenzione delle carie. Utilizzare uno spazzolino e un dentifricio adeguato significa rimuovere con maggiore precisione lo sporco, applicando nel contempo una piccola dose di fluoro propedeutica alla maggiore protezione dello smalto e dei denti. Con l’obiettivo di aiutare genitori e figli nella scelta degli apparecchi e dei prodotti più efficaci, noi di Sorrisi Garantiti abbiamo deciso di includere in omaggio nel kit di benvenuto del nostro programma ciò che serve per una pulizia a regola d’arte. A tutti i nostri pazienti offriamo gratuitamente per questo motivo:

  • Uno spazzolino elettrico OralB
  • Rilevatori di placca
  • Uno Specchietto
  • Un dentifricio adatto ai più piccoli

4) ASSISTERE IL BAMBINO NELLA CURA DEI DENTI

I bambini piccoli non saranno mai in grado di occuparsi in totale autonomia della propria igiene. Fino ai 7-8 anni dobbiamo affiancare il bambino in bagno ogni volta che si lava i denti da solo: delegare in toto questa operazione così delicata potrebbe portare a lungo andare il bambino a trascurare la pulizia e perdere persino interesse nei confronti della propria igiene. Bisogna poi tenere presente che anche il bambino deve essere seguito sotto il profilo dei trattamenti speciali, in primo luogo il filo interdentale. Fino a 8-9 anni circa nessun bambino sa eseguire in autonomia questa pratica, per la quale è essenziale una certa manualità. Attenzione a questo punto perché il nostro programma prevede un contratto firmato dal genitore, il quale si impegna, fra le altre cose, a:

[…] vigilare affinché i figli seguano i consigli del nostro staff, impegnandosi a collaborare con noi nel mantenimento della salute dentale dei loro bambini.

Un piccolo sforzo che, nel lungo periodo, diventa un investimento per se stessi e per i propri figli!

5) SEGUIRE LE INDICAZIONI DEL PROPRIO DENTISTA

Come ultimo consiglio ci piace sottolineare l’applicazione di quelle che sono le indicazioni del proprio dentista. Lo abbiamo detto in apertura di questo post e lo ripetiamo una seconda volta qui: il dentista va ascoltato, ed è il genitore che deve “applicarsi”, perché sarà lui che guiderà il bambino nel suo percorso di crescita. Da parte nostra siamo pronti per accogliere i più piccoli a braccia aperte, con la professionalità che da più di 30 anni ci contraddistingue. Scopri subito la nostra offerta e vieni a trovarci per richiedere l’adesione del tuo bimbo o della tua bimba al programma di Sorrisi Garantiti. E se vuoi contattarci in via preliminare puoi farlo senza impegno al telefono, per email o compilando il form alla pagina di contatto. Approfittane subito!

Share:

Lascia un commento